Chirurgia vascolare

Foto esterna Ospedale AoRummo

La Chirurgia vascolare si occupa di malattie dell’apparato cardiovascolare che riguardano le arterie, le vene ed i vasi linfatici. Con l’ausilio delle più aggiornate tecniche di chirurgia vascolare ed endovascolare vengono curate importanti patologie, quali ad esempio:

  • gli aneurismi dell’aorta toracica ed addominale, delle arterie iliache, delle arterie del distretto splancnico (ossia delle cavità occupate dai visceri) o delle arterie degli arti superiori ed inferiori;
  • le arteriopatie acute e croniche che interessano per lo più gli arti inferiori, ma anche i superiori, l’aorta ed i tronchi viscerali (renali,mesenteriche, etc.);
  • la patologia dei tronchi sovraortici e cioè delle arterie carotidi, succlavie o vertebrali;
  • l’insufficienza venosa cronica e la patologia ostruttiva del sistema venoso;
  • le ulcere degli arti inferiori.
La diagnostica vascolare si avvale delle più moderne tecnologie, quali l’eco-color Doppler, l’Angio TAC, l’Angio Risonanza Magnetica, l’arteriografia, permettendo uno studio approfondito e finalizzato al trattamento più appropriato, sia esso invasivo (mediante chirurgia a cielo aperto) oppure mininvasivo (mediante tecniche di chirurgia “mini”, di chirurgia endovascolare, di chirurgia laparoscopica).
Sono, infatti, ordinariamente effettuate procedure di esclusione di aneurismi mediante endoprotesi, angioplastiche percutanee con o senza posizionamento di stents a carico dei diversi distretti, elettrostimolazione midollare con dispositivi impiantabili, ed interventi di chirurgia carotidea “controllata” o di stenting carotideo.