Informazioni utili

Presentazione
L’intento di questa guida è quello di rappresentare un valido aiuto volto a migliorare la qualità dei rapporti tra cittadino e Azienda, creando una sinergia positiva nella costruzione di una medicina umanizzata, dove scienza e tecnica sono messe realmente a servizio dell’assistito.
Il nostro personale ha come obiettivo quello di contribuire alla qualità dei servizi che Le sono offerti, affinché la Sua guarigione avvenga nelle condizioni migliori.
Riteniamo doveroso, da parte nostra, assicurarci la Sua collaborazione fornendo le informazioni essenziali in modo che Lei possa più facilmente familiarizzare con la struttura ospedaliera. Con l’auspicio di aver reso un utile servizio.

Il Commissario Straordinario
Dott. Giampiero Maria Berruti
Benevento, aprile 2015

Indice

L’ingresso in ospedale e la sistemazione logistica

L’ingresso in ospedale in auto è da via dell’Angelo; gli ingressi pedonali sono situati in viale Delcogliano e via Dell’Angelo.
L’ospedale si articola in sei padiglioni:

* San Pio da Pietrelcina
Otorinolaringoiatria, Maxillo Facciale, Urologia, Nefrologia, Fisiopatologia della riproduzione umana, Genetica Medica, Pediatria, Oculistica, T.I.N., Neuropsichiatria infantile, Nido, Ginecologia e Ostetricia, Chirurgia Vascolare, Chirurgia Generale ed Oncologica, Dialisi, Mensa, Sala Morgue, Officina, Lavanderia/Sterilizzazione, Sala macchine/caldaie e Cral.

* San Giuseppe Moscati
Cardiologia Clinica e Interventistica, UTIC ed Emodinamica, Medicina d’Urgenza, Riabilitazione, Ortopedia e Traumatologia, Chirurgia d’Urgenza, Anestesia e Rianimazione, Pronto Soccorso, C.O. 118.

* Santa Teresa della Croce
Medicina Interna, Reumatologia, Neurologia, Neurochirurgia, Neuroanestesia e Rianimazione, Pneumologia, Malattie Infettive, Oncologia, Radiologia, Neuroradiologia, Patologia Clinica, Farmacia, Radioterapia, Comitato Etico.

* San Bartolomeo
Anatomia e Istologia Patologiaca, Polo Didattico Lauree Professioni Sanitarie, S.I.T., Psichiatria.

* Gaetano Rummo
Dermatologia, Endoscopia, Direzione Medica del Presidio, Maxillo Facciale e Odontostomatologia, Camera Iperbarica, Senologia, Day Hospital, Servizio Infermieristico, Poliambulatori, URP, CUP, Epidemiologia e Controllo di Gestione, Ufficio cartelle cliniche, Ufficio Referti e Cappella.

* Direzione
Direzione Generale, Direzione Amministrativa, Direzione Sanitaria Aziendale, Area Affari Generali e Legali, Area Risorse Umane e CED, Area Provveditorato ed Economato, Ufficio Tecnico, Area Risorse Economiche, Ufficio Protocollo, Servizio Prevenzione e Protezione.

Il funzionamento di un reparto

Nei reparti di ricovero l’assistenza sanitaria è garantita ed erogata 24 ore su 24. Ogni reparto è organizzato in base alle sue caratteristiche mediche, chirurgiche o specialistiche.

Al momento dl ricovero il degente viene accolto dal personale sanitario che provvede, tra l’altro, ad assegnargli il letto di degenza, l’armadietto e il comodino personali e a consegnargli questa guida nella quale sono accolte una serie di informazioni relative al soggiorno in reparto.

Al momento del ricovero il paziente deve consegnare al personale sanitario tutti gli esami e le cartelle cliniche di cui è in possesso, i farmaci abitualmente portati con sé (che saranno restituiti alla dimissione) e, se richiesto, il recapito telefonico di una persona di riferimento. Per ragioni di sicurezza è vietato l’uso di fornelli elettrici, dispositivi con fiamme libere, materiale potenzialmente nocivo ed esplodente ed è sconsigliato coprire lampade, i caloriferi o i condizionatori d’aria con indumenti o altro materiale.

Cosa portare in ospedale in caso di ricovero

Gli oggetti veramente necessari, in particolare quelli da toilette: spazzolino, pettine, sapone, dentifricio, rasoio, asciugamani.
Documento di identità e tessera sanitaria.

Accertamenti diagnostici e cartelle cliniche di eventuali ricoveri precedenti.

È bene segnalare ai sanitari i medicinali assunti abitualmente, eventuali intolleranze alimentari ed episodi di reazioni avverse ad alcuni farmaci.

Il personale dell’ospedale

Il personale responsabile dell’assistenza è diviso tra operatori laureati e abilitati appartenenti alle seguenti categorie:
– Personale medico: è a disposizione per fornire informazioni specifiche in merito al percorso diagnostico terapeutico nonché sul decorso clinico.
Le modalità organizzative con cui il personale medico dà la propria disponibilità ai colloqui è differente per ogni reparto.

– Personale infermieristico: ha la diretta responsabilità della definizione, organizzazione, monitoraggio e verifica dei processi assistenziali. Il coordinatore infermieristico svolge funzioni organizzativo gestionali e di coordinamento dell’attività assistenziale.
– Professioni sociali: assistenti sociali
– Altro personale: Oltre al personale medico ed infermieristico nei reparti del presidio opera anche personale di supporto alle attività cliniche ed assistenziali.
– Il personale AVO (Associazione Volontari Ospedalieri)

In ospedale sono presenti anche studenti e specializzandi della facoltà di Medicina e Chirurgia e dei vari Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie.

La tutela dei dati personali

Il Decreto Legislativo 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali (Codice Privacy)”, garantisce che il trattamento dei dati personali venga effettuato nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali della persona. I dati raccolti saranno utilizzati e custodi in modo idoneo, salvaguardando la riservatezza del cittadino. Il personale del reparto consegnerà al paziente il Modulo di autorizzazione al trattamento dei dati sanitari nel quale indicare i nominativi delle persone autorizzate a ricevere informazioni sulla sua presenza in ospedale e sul suo stato di salute. Il paziente può richiedere che non vengano comunicate informazioni a terzi sul ricovero in ospedale.

Il consenso alle prestazioni sanitarie

Il paziente deve essere informato dal medico in maniera esauriente e con un linguaggio facilmente comprensibile sulla patologia, il trattamento, i rischi e i possibili sviluppi del percorso diagnostico-terapeutico prima di concedere la sua autorizzazione (o di negarla) all’effettuazione di un trattamento medico-chirurgo. Solo il paziente, infatti, può esprimere il consenso ai procedimenti operativi diagnostici e terapeutici. Poiché la scelta del trattamento terapeutico e/o dell’esame diagnostico inerisce la sfera personale del bene salute è valido solo con il consenso del paziente che deve sottoporsi al trattamento, non avendo alcuna rilevanza il parere espresso dai prossimi congiunti.
Per i minori, invece, il consenso deve essere espresso da ambedue i genitori.
Attraverso questo percorso, denominato “consenso informato” il medico può anche valutare il livello di emotività del paziente.

La cura del dolore

Prendersi cura del dolore e della sofferenza della persona ricoverata non rappresenta soltanto un dovere etico, ma la prova di una buona pratica clinica. Il dolore, infatti, condiziona in modo negativo la vita della persona e la sua sfera psicologica, emotiva e relazionale; perciò il paziente che avverte dolore deve immediatamente comunicare questa sensazione all’infermiere, all’ostetrica, al medico, senza temere di risultare troppo insistente o fastidioso.

I farmaci da assumere

Durante la degenza è consentito esclusivamente l’uso dei farmaci forniti dall’ospedale e prescritti dal medico del reparto.
Questi ha facoltà di autorizzare, modificare o interrompere ogni altra cura e medicamento.

La visita medica

Rappresenta un momento diagnostico-terapeutico fondamentale ed è quindi consigliabile rimanere nella propria stanza durante gli orari stabiliti dal reparto di degenza.

Il colloquio con i medici ed il personale sanitario

Il paziente può chiedere il nome del medico incaricato alla cura. Si ricorda che il personale medico, nei tempi e luoghi definiti dal reparto, è tenuto a dare notizie sullo stato di salute e sull’andamento delle cure. Anche il personale infermieristico/ostetrico è sempre disponibile a fornire le informazioni al riguardo e a rispondere alle domande sullo stato di salute.

Accettazione e ricovero programmato

Il ricovero avviene presso l’Ufficio Accettazione, nel piazzale antistante il Pronto Soccorso. Attraverso la procedura di accettazione viene attribuito il numero che identificherà in modo univoco la cartella clinica relativa al ricovero.
Il paziente può comunicare agli operatori dell’Ufficio Accettazione che non desidera che il suo nominativo sia inserito negli elenchi o esprimere la volontà di essere ricoverato in anonimato.

La richiesta di attestato di ricovero

Il degente può richiedere al personale sanitario del reparto il certificato di ricovero e di degenza che può essere utilizzato per motivi personali o di lavoro.

Gli oggetti di valore e le grosse somme di denaro

Per evitare il rischio di furti, di cui l’ospedale non si assume la responsabilità, è sconsigliato portare in reparto oggetti di valore o cospicue somme di denaro.

Le assenze dal reparto

Nel caso in cui il paziente abbia necessità o desiderio di allontanarsi dal reparto di degenza, deve cortesemente informare il personale. Ovviamente, la sua libertà di movimento è limitata all’interno della struttura ospedaliera.
Bisogna comunque ricordare che alcune patologie limitano ulteriormente la libertà dei pazienti e sconsigliano, o impediscono del tutto, l’uscita anche solo temporanea dal reparto.

la pulizia dei locali di degenza

Viene effettuata dal personale addetto al mattino e al pomeriggio. Anche i degenti sono invitati a collaborare per tenere la stanza di degenza, il bagno e gli arredi in ordine.

L’uso dei telefoni

L’uso del telefono cellulare è consentito nel rispetto altrui; per non disturbare il riposo degli altri pazienti si consiglia di utilizzarlo preferibilmente nelle ore diurne e con un tono di suoneria basso. È invece vietato nel caso in cui possa disturbare il funzionamento delle apparecchiature mediche. Si possono ricevere telefonate anche tramite telefono di stanza o di reparto, il cui numero deve essere chiesto al personale.

La ristorazione del paziente

L’ospedale fornisce vassoio, piatti, posate, bicchiere e tovagliolo monouso per la consumazione dei pasti principali, ma non vieta l’utilizzo di posate di proprietà del paziente.
Durante il periodo invernale la prima colazione è servita dalle ore 7,30 alle ore 8,30, il pranzo tra le ore 12,00 e le ore 13,00, e la cena tra le ore 18,30 e le ore 19,30.
Durante il periodo estivo, invece, la prima colazione è servita dalle ore 7,30 alle ore 8,30, il pranzo tra le ore 12,30 e le ore 13,30, e la cena tra le ore 19,00 e le ore 20,00.

La prenotazione avviene entro le ore 11,00 del giorno precedente e il degente può optare tra tre diversi menu (rispettivamente un primo, un secondo e un contorno) che offrono pietanze di natura diversa anche per venire incontro ai desideri di coloro che per motivi etici, religiosi o culturali non possano o non vogliano consumare alcuni cibi.
L’alimentazione è spesso parte integrante delle cure, pertanto la dieta prescritta dal medico tiene conto delle esigenze terapeutiche della patologia del degente.
È sconsigliato integrare l’alimentazione con cibi e bevande provenienti dall’esterno o dai servizi di ristorazione presenti in ospedale.

I pasti, durante il periodo estivo risultano così distribuiti:

Prima settimana estiva

– Lunedì
Pranzo: pasta e piselli, fesa di tacchino al forno, insalata verde, pane e frutta.
Cena:Minestrone con pasta, bastoncini impanati, spinaci all’olio, pane e frutta.

– Martedì
Pranzo: Pasta al pomodoro, scaloppina in umido, fagiolini all’olio, pane e frutta
Cena: Insalata di riso, prosciutto crudo e formaggio, melanzane a funghetto, pane e frutta.

– Mercoledì
Pranzo: Pasta al tonno, nasello alle olive, spinaci saltati, pane e frutta
Cena: Pastina in brodo vegetale, polpettone, pomodori all’insalata, pane e frutta

– Giovedì
Pranzo: Gnocchi al pomodori, spezzattino di manzo, piselli in salsa, pane e frutta
Cena: Pastina in brodo, prosciutto cotto, carote all’olio, pane e frutta

– Venerdì
Pranzo: Risotto di mare, bastoncini impanati, insalata verde, pane e frutta.
Cena: Gateau di patate, mozzarella, zucchine trifolate, pane e frutta

– Sabato
Pranzo: Pasta e patate, arista di maiale al forno, bietole al vapore, pane e frutta
Cena: Insalata di pasta, fesa di tacchino, pomodori all’insalata, pane e frutta

– Domenica
Pranzo: Pasta al forno, vitello al forno, piselli al prosciutto, pane e frutta
Cena: Pastina in brodo, frittata con spinaci, purea di patate, pane e frutta

Seconda settimana estiva

– Lunedì
Pranzo: pasta e fagioli, spezzatino di manzo, fagiolini all’insalata, pane e frutta.
Cena: Risotto primavera, bastoncini impanati, carote all’insalata, pane e frutta.

– Martedì
Pranzo: Pasta alla bolognese, pollo alle olive, insalata verde, pane e frutta
Cena: pastina in brodo, mozzarella, melanzane a funghetto, pane e frutta.

– Mercoledì
Pranzo: Gnocchetti sardi alle verdure, merluzzo alla livornese, zucchine lesse, pane e frutta
Cena: minestrone con riso, pollo al forno, biete lesse olio e limone, pane e frutta

– Giovedì
Pranzo: Pasta al pomodoro, arrosto di tacchino, patate al forno, pane e frutta
Cena: Pastina in brodo, prosciutto cotto, pomodori all’insalata, pane e frutta

– Venerdì
Pranzo: Pasta al pesce, bastoncini impanati, carote brasate, pane e frutta.
Cena: Gateau di patate, mozzarella, pomodori all’insalata, pane e frutta

– Sabato
Pranzo: Pasta e piselli, stufato di vitello, spinaci saltati, pane e frutta
Cena: pastina in brodo, hamburger, insalata verde, pane e frutta

– Domenica
Pranzo: Gnocchi al pomodoro, fesa di tacchino al forno, melanzane arrostite, pane e frutta
Cena: Pasta e zucchine, frittata al prezzemolo, pomodori all’insalata, pane e frutta

Menù alternativi:

– Primi piatti
pasta o riso in bianco, pasta o riso al pomodoro, pastina in brodo vegetale

– Secondi piatti
mozzarella, prosciutto cotto, polpette in brodo vegetale

– Contorni
purea di patate, insalata verde, verdura cotta

– Frutta
fresca, cotta

I pasti, durante il periodo invernale risultano così distribuiti:

Prima settimana invernale

– Lunedì
Pranzo: minestrone con riso, polpettone al forno, piselli in umido, pane e frutta.
Cena: pastina in brodo vegetale, bastoncini impanati, purea di patate, pane e frutta.

– Martedì
Pranzo: Pasta al pomodoro,arrosto di tacchino, fagiolini all’olio, pane e frutta
Cena:Pastina in brodo, prosciutto in crosta, insalata mista, pane e frutta.

– Mercoledì:
Pranzo: Pasta e lenticchie, filetto di merluzzo al forno, patate al forno, pane e frutta
Cena: Gateau di patate, pollo arrosto, scarole all’olio, pane e frutta

– Giovedì:
Pranzo: Risotto ai funghi, scaloppina alla pizzaiola, bieta all’agro, pane e frutta
Cena:Pastina in brodo, frittata al prezzemolo, cavolfiore all’olio, pane e frutta

– Venerdì
Pranzo: Risotto di mare, bastoncini impanati, insalata verde, pane e frutta.
Cena: Pastina in brodo vegetale, mozzarella, finocchi gratinati, pane e frutta

– Sabato:
Pranzo: Pasta e piselli, fesa di tacchino al forno, spinaci all’olio, pane e frutta
Cena: pastina in brodo, Hamburger di vitello, purea di patate, pane e frutta

– Domenica
Pranzo: Pasta al forno, vitello al forno, insalata mista, pane e frutta
Cena: Tortellini in brodo, prosciutto crudo e formaggio, carote al vapore, pane e frutta

Seconda settimana invernale

– Lunedì
Pranzo: risotto alle verdure, bocconcini di vitello in umido, verdura cotta, pane e frutta.
Cena: Pastina in brodo, bastoncini impanati, finocchi gratinati, pane e frutta.

– Martedì
Pranzo: Maccheroni al ragù, brasato, fagiolini lessi, pane e frutta
Cena: pastina in brodo, pollo al forno, patate al forno, pane e frutta.

– Mercoledì
Pranzo: pasta e piselli, filetto di dentice in umido, insalata verde, pane e frutta
Cena: gateau di patate, prosciutto crudo e formaggio, biete lesse all’olio, pane e frutta

– Giovedì
Pranzo: Pasta alla boscaiola, prosciutto di maiale al forno, carote in brasiera, pane e frutta
Cena: Pastina in brodo, polpettone al forno, cavolfiore all’olio, pane e frutta

– Venerdì
Pranzo: Pasta e lenticchie, bastoncini impanati, biete all’olio, pane e frutta.
Cena: minestrone con pasta, mozzarella, fagiolini lessi, pane e frutta

– Sabato:
Pranzo: Pasta e patate, scaloppine alla pizzaiola, broccoli lessi, pane e frutta
Cena: pastina in brodo, frittata al prosciutto, insalata verde, pane e frutta

– Domenica
Pranzo: Fettuccine al forno, vitello al forno, spinaci al limone, pane e frutta
Cena: tortellini in brodo, prosciutto cotto, cavolfiori all’olio, pane e frutta

Menù alternativi:

– Primi piatti
pasta o riso in bianco, pasta o riso al pomodoro, pastina in brodo vegetale

– Secondi piatti
mozzarella, prosciutto cotto, polpette in brodo vegetale

– Contorni
purea di patate, insalata verde, verdura cotta, frutta, fresca, cotta

L’orario di visita

I degenti sono pregati di ricevere un visitatore per volta, nel rispetto degli orari stabiliti esposti all’ingresso del reparto. Le fasce orarie di visita sono diverse da reparto a reparto in base alla loro organizzazione e alle cure somministrate.
In generale le visite sono consentite dalle ore 13 alle 15,30 e dalle 17 alle 19.

Per esporre necessità particolari ci si può rivolgere al Coordinatore infermieristico (Caposala) di reparto.
Brevi visite fuori orario devono essere autorizzate dal Responsabile della unità Operativa. Non è consentito l’ingresso ai bambini al di sotto dei 12 anni, per la tutela della loro salute e per il disagio che si potrebbe determinare. Previo accordo con il responsabile della Unità Operativa , è possibile autorizzare la presenza di familiari o assistenti ai pazienti.
I visitatori devono comunque rispettare:
– l’orario di visita stabilito dal reparto per consentire lo svolgimento delle attività assistenziali. Per questo motivo si ricorda che l’orario può essere modificato in qualsiasi momento
– le indicazioni impartite dal personale di reparto di uscire dalla camera per necessità assistenziali.
Per chi assiste un degente è possibile pranzare alla mensa aziendale a costo contenuto (5,50), previo il visto del Caposala.
Non è consentito introdurre nei reparti di degenza piante e fiori, che possono essere veicolo di infezioni. È vietato fumare in tutti gli ambienti dell’ospedale.

Le camere a pagamento

In ospedale vi sono 4 camere a pagamento in Ostetricia e ginecologia e in Chirurgia Oncologica, 2 in Otorinolaringoiatria, 2 in Urologia, 1 in Ortopedia.
Le stanze a pagamento sono dotate di posto letto singolo, divano letto per accompagnatore, televisore e telefono.
La tariffa giornaliera è di euro 70,00 + IVA al 10%.
L’accompagnatore può fruire dei pasti a questi prezzi:
colazione: 1,56 + IVA al 10%, pranzo: 5,98 + IVA al 10%,
cena: 5,46 + IVA al 10%

La dimissione

Al momento della dimissione, al paziente viene consegnata la lettera di dimissione rivolta al medico curante che contiene le indicazioni necessarie al proseguimento della cura e le eventuali date dei controlli medici. I minori sono affidati esclusivamente al genitore o alla persona che ne abbia la tutela giuridica.

La richiesta di certificato di malattia

Se previsto dal percorso terapeutico, il paziente può richiedere il certificato di malattia a uso lavorativo al medico.

La dichiarazione di nascita

È possibile effettuare le dichiarazioni di nascita presso la Direzione Medica del Presidio (Lunedì, Mercoledì e Sabato, ore 12.00 -13.00).

Il ritiro dei farmaci per i pazienti in dimissione

I farmaci necessari per proseguire le cure prescritte sono consegnati al momento della dimissione, senza spesa alcuna, dietro presentazione di un modulo cartaceo redatto dal medico di reparto e presentato dal paziente o suo delegato allo sportello della Farmacia Ospedaliera.
La Farmacia dell’Ospedale è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Il sabato è aperta dalle 8.00 alle 14.00. è chiusa la domenica e negli altri giorni festivi.

Il servizio distribuzione delle carrozzine

Presso alcuni reparti, lasciando un documento di riconoscimento, il coordinatore infermieristico fornisce una sedia a rotelle per consentire spostamenti all’interno dell’ospedale al degente che ne necessita.

I controlli post ricovero

Le prestazioni eseguite dopo la dimissione del paziente, ma necessarie al completamento dell’iter diagnostico-terapeutico, in quanto ritenute indispensabili per la diagnosi finale o per il completamento della cura prestata, non necessitano di un nuovo ricovero, ma vanno a completamento del ricovero precedente. I relativi referti fanno parte integrante della cartella del ricovero; le prestazioni vanno richieste direttamente dal reparto di dimissione, e l’atto di prescrizione delle stesse deve essere compilato prima della dimissione del paziente, o al momento della stessa. Il tempo intercorrente tra la dimissione e l’esecuzione delle prestazioni, non deve di norma essere superiore alle quattro settimane.

I cicli di prestazioni effettuati a seguito di una prescrizione eseguita all’atto della dimissione ospedaliera (ad esempio: cicli di riabilitazione, cicli di medicazioni di lesioni trofiche della cute, ecc.), pur costituendo un completamento del ricovero stesso, non hanno le caratteristiche per essere inclusi nell’importo tariffario del DRG specifico attribuito al ricovero; pertanto tali prestazioni rappresentano attività ambulatoriale per esterni.

Trascorsi i 30 giorni, la gran parte delle prestazioni ambulatoriali può essere effettuata al Centro Unico Prenotazioni (CUP) al piano terra del Padiglione Rummo, dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 18. Il sabato mattina lo sportello è attivo dalle ore 7.30 alle ore 12.30. Tutti i pomeriggi e il sabato mattina si possono effettuare esclusivamente pagamenti dei ticket per le prestazioni ambulatoriali da effettuarsi in giornata e pagamenti per visite in ALPI.

È possibile prenotare telefonicamente al Call center: 0824 334026.
Gli operatori rispondono dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 ed il sabato dalle 8 alle 12,30. Per la prenotazione delle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale è sempre necessaria l’impegnativa del Medico curante.
Nell’elenco sono indicati i giorni, il luogo, il reparto di riferimento e le modalità di accesso di ciascuna prestazione.

La richiesta di fotocopia della cartella clinica

La richiesta di copie conformi di cartelle cliniche, il pagamento e le relative consegne avvengono direttamente presso lo sportello cartelle (piano terra del Padiglione Rummo), dove sono presenti operatori del Consorzio CSA, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00. telefono: 082457416.
Il costo di riproduzione è pari ad euro 24,00. Per la spedizione a mezzo raccomandata vi è un costo aggiuntivo di euro 5,00. Presso lo stesso ufficio è possibile ritirare anche il referto di Pronto Soccorso al costo di euro 10,00.

la richiesta di copia degli esami radiologici

Nella copia della cartella clinica sono custoditi i referti degli esami di radiologia senza le immagini.
Qualora esista la necessità di copiare gli esami di supporto CD occorre:
– conoscere presso quale reparto radiologico è stato effettuato l’esame
– recarsi presso Ufficio ritiro referti (piano terra Padiglione Santa Teresa) con un documento di identità valido o con un modulo di delega compilato.
– compilare l’apposito modulo nella sezione modulistica del sito internet.
Il costo del CD ammonta a euro 3,00.

Il ritiro della documentazione sanitaria – richiesta delega

Per il ritiro della documentazione sanitaria (cartella clinica, esami radiologici, referti, ecc.) è necessaria la presenza del titolare o, in caso di indisponibilità, di una delega scritta. Al momento del ritiro della documentazione sanitaria è necessario presentare un documento di identità valido del delegato e fotocopia o originale di un documento valido del delegante.

Per ritirare la documentazione ospedaliera relativa ai minori o a una persona deceduta è indispensabile dichiarare, ai sensi del DPR 445/2000, di esserne in diritto. In presenza di curatore o amministratore di sostegno è necessaria la copia dell’atto di nomina del Tribunale. La dichiarazione, datata e firmata, deve essere accompagnata dall’esibizione di un proprio documento di identità valido.

Scaricare dal sito i risultati di analisi ed esami radiologici

Al momento della prenotazione delle analisi di laboratorio e degli esami radiologici viene rilasciato un codice PIN che servirà, con il codice fiscale, a scaricare dal sito internet aziendale i relativi risultati.

L’assistenza religiosa

È consentito ricevere assistenza religiosa senza alcuna distinzione di fede.
Per la Chiesa Cattolica: in ospedale è ubicata una cappella dove viene celebrata tutti i giorni alle ore 8.00 la Santa Messa. I sacerdoti cappellani visitano abitualmente i reparti.
Le persone che professano le altre fedi religiose possono richiedere un proprio ministro di culto.

Gli elogi e i reclami

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, ore 9.30-12.30. (Piano terra Padiglione Rummo)
È possibile presentare reclami, segnalazioni di inconvenienti rilevanti durante la degenza, elogi ai professionisti e all’organizzazione del personale:
– direttamente presso l’Ufficio – per telefono: 082457500

Numeri utili

Centralino: 0824 57111

Portinerie

Palazzina Amministrativa: 0824 57515
Padiglione S. Pio: 0824 57240
Padiglione S.G. Moscati: 0824 57610
Padiglione S. Teresa della Croce: 0824 57218

Ufficio Relazioni con il Pubblico: 0824 57500
Ufficio Cartelle Cliniche: 0824 57416
Ufficio Accettazione: 0824 57622
Ufficio Consegna Referti: 0824 57247
CUP: 0824 334026

Modulistica

Nella sezione modulistica del sito aziendale è possibile scaricare modelli clinici o amministrativi.

I servizi

Il Bar – Orario di apertura: tutti i giorni 7,00-20,30

La mensa – Ubicata presso il padiglione San Pio (piano terra). Orario: 13:00 – 14:30

I distributori automatici – All’interno dell’ospedale sono presenti numerosi distributori automatici, tutti funzionanti con monete e dispositivi magnetici prepagati di bevande calde, fredde e alimenti.

Edicola – Giornali, libri e riviste, articoli di monopolio, schede telefoniche, biglietti dell’autobus, valori bollati, articoli da regalo, ecc. Orario: 6:30 -14:00 – 16:30-20:30

La Banca – Unicredit Banca S.P.A. – Orario: 9:00 – 11:00. Il servizio bancomat della stessa banca è presente accanto all’Agenzia, all’ingresso della Banca sita presso la Palazzina amministrativa (piano terra)

La vigilanza interna – Il servizio di vigilanza opera all’ingresso dell’ospedale nelle ore diurne e notturne per garantire la sicurezza delle persone e delle cose.

Il posto di Polizia di Stato – (presso il Pronto Soccorso) – Tel.0824 57618